Galleria

Una RepRap in fonderia

La tecnologia di stampa 3D trova in fonderia l’applicazione perfetta; la produzione di stampi in tempi rapidi e con tolleranze dimensionali accettabili rende queste macchine utilissime  nell’ambito delle fonderie artistiche per processi di fusione in terra o sabbia, per quei lavori dove non è richiesta la precisione assoluta e per quella classe di oggetti per cui non è realizzabile con tempi e costi accettabili un programma in codice ISO da fresare con controlli numerici sottrattivi. E’ questo il caso di un progetto a cui abbiamo collaborato di ricostruzione in 3D di una vecchia fontana dell’Acquedotto pugliese; molto diffusa qualche decennio fa in Puglia; la classica fontana dell’AQP, rimasta nei ricordi dei più anziani come elemento fondamentale nell’arredo urbano di tutti i centri abitati, è andata negli anni scomparendo, vittima dell’incuria e degli atti vandalici.  DIGITAL CAMERAInstallata la prima volta nel 1914, la fontana è stata un simbolo di modernità per generazioni di pugliesi, non più costretti ad approvvigionarsi di acqua ai pozzi pubblici, prima dell’avvento delle condutture idrauliche ad uso privato. il nostro progetto è partito dal rilievo della forma di una delle poche fontane ancora funzionanti e nella ricostruzione 3d delle superfici; fontana3D

A partire dai files 3D in formato .STL dei vari componenti abbiamo prodotto il codice ISO utilizzando softwares rigorosamente open source (Daid/Cura e Slic3r 0.8). La vaschetta, il cappello e il rubinetto sono stati realizzati con la nostra Plastirobot, mentre la cassa d’anima per il fusto è stata realizzata in legno con la normale procedura CNC sottrattiva.

La vaschetta è stata realizzata in PLA, materiale abbastanza robusto da essere utilizzato per la preparazione delle staffe per la fusione in sabbia. Ha richiesto circa due giorni continui di lavorazione sulla nostra PlastiRobot ed ha dimensioni di 31,7 x 33,2 cm, occupando quasi per intero il piano di lavoro della macchina. Per la stampa abbiamo dovuto attivare  l’opzione di supporto per sostenere l’arco finale quasi orizzontale al piano. I pezzi realizzati in PLA sono stati poi rifiniti con stucco metallico e vernice poliestere.

rsz_foundry_018

La vaschetta realizzata con la nostra PlastiRobot

rsz_foundry_029

Il modello completo e rifinito

La prima fusione di prova in alluminio.  La versione definitiva sarà realizzata in bronzo o ottone

La prima fusione di prova in alluminio. La versione definitiva sarà realizzata in bronzo o ottone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...